MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
29/09/2014, 23:57

napoli film festival,schermo napoli,giorgio pasotti,nottetempo



Napoli-Film-Festival-2014---programma-martedi-30-settembre


 Ha esordito ed è cresciuto al Napoli Film Festival. Francesco Prisco sarà domani sera, martedì 30 settembre alle 21.30, protagonista del primo degli “Incontri Ravvicinati” del Napoli Film Festival 201



Ha esordito ed è cresciuto al Napoli Film Festival. Francesco Prisco sarà domani sera, martedì 30 settembre alle 21.30, protagonista del primo degli “Incontri Ravvicinati” del Napoli Film Festival 2014 al cinema Vittoria (ore 21.30, ingresso 5 euro), completando così il suo percorso da giovane emergente a regista affermato che incontra il pubblico in sala.

Prisco ha partecipato in passato per due volte alla sezione Schermo Napoli corti, con Fuori uso e La colpa, corto con cui vinse il premio del Napoli Film Festival. La palestra della rassegna napoletana gli è servita per poi entrare nel mondo dei lungometraggi, ottenendo il successo con il suo Nottetempo, storia dark con  Giorgio Pasotti e Gianfelice Imparato.

Proprio quest’ultimo sarà domani sera al Vittoria con Prisco per una conversazione a cui poi seguirà la proiezione di Nottetempo. Ma la seconda giornata del Napoli Film Festival parte già nel pomeriggio all’Istituto Cervantes con la finestra sul cinema del regista spagnolo Julio Medem: alle 18 (ingresso libero) sarà proiettato Lucia y el sexo, in versione originale sottotitolata.

Tante le proiezioni di Schermo Napoli Documentari e Corti. Al Pan saranno proiettati tre documentari che trattano di aree di crisi in diverse zone del mondo. Si parte alle 17 con Striplife di Andrea Zambelli, Scafidi, Mussolini, Testagrossa, Grigani (Arabo, 2013, 64’) che narra della vita nella striscia di Gaza partendo da un fatto insolito: una mattina i pescatori scoprono che decine di mante si sono arenate sulla spiaggia principale di Gaza City. A seguire tocca a Hurrya di Ciro Scuotto (Eng\Fra\Ita, 2013, 40’) che indaga il dolore dei profughi siriani in Libano, mentre Ahora, no aquì di Stefano Cipressi e Pamela Wulf (Cile, 2013, 29’) guarda alle storie dei desaparecidos della didattura cilena.

Al cinema Vittoria, dalle 17 (ingresso 5 euro) c’è una lunga e interessantissima maratona di cortometraggi per Schermo Napoli Corti, un viaggio di cinque ore per scoprire le idee e il modo di fare cinema di una nuova generazione di registi. Questi i titoli: Pollo13 di Raffaele Pollastro (Ita, 2014, 9’); Pinocchio di Luca Federico (Ita,n2014, 19’); Il mio corpo a maggio di Matilde De Feo (Ita, 2014, 1’); Uoldìsnei di Andrea Della Monica (Ita, 2013, 20‘); Napulione di Alessandro Derviso (Ita, 2013, 16’); Ivan e il suo strano tempo di Alessandro Derviso (Ita, 2013, 16’); La ciofeca di Enrico Iannaccone (Ita, 2013, 13’); Ciao mamma di Carlo Luglio (Ita, 2014, 27’); Onora il padre e la madre di M. Sorrentino Mangini (Ita, 2013, 5’); Canemalato di Diego Olivares (Ita, 2014, 22’); Si scassa o non si scassa di Giuseppe Bucci (Ita, 2014, 1’); Gli uraniani di Gianni Gatti (Ita, 2013, 25’); A ritmo di pioggia di Luca Poce e Andrea Moriello (Ita, 2013, 4’); Sete di Antonio Braucci (Ita, 2014, 9’); Retime di Luca Auletta (Ita, 2013, 10’). 

In serata alla Cantina San Teodoro di vico Satriano, a Chiaia, ci sarà la cena Cinegustologica con lo chef Mimmo Alba e Marco Lombardi che abbineranno piatti alle opere di Eduardo, Troisi e De Sica.



1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website