MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
27/11/2018, 13:16

amica geniale,elena ferrante,napoli,saverio costanzo,lila,lenu,ludovica nasti



"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-
"L’amica-geniale"-di-Saverio-Costanzo-da-oggi-su-Rai-1-


 La serie evento tratta dai romanzi di Elena Ferrante ambientati a Napoli da oggi sarà trasmessa per 4 martedì su Rai 1



Dai best seller di Elena Ferrante, il racconto dell’amicizia tra due donne, Elena e Lila, dall’infanzia all’età adulta.

Sullo sfondo, la storia e i cambiamenti dell’Italia

dagli anni ’50 a oggi.

Dopo il grande successo di pubblico e critica

degli episodi 1-2 alla 75^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 4 prime serate in onda in prima visione su Rai1 e on line su RaiPlay tutti i martedì dal 27 novembre

Figlia di un caso editoriale di portata mondiale, L’amica geniale è la serie evento tratta dal primo volume della quadrilogia di Elena Ferrante, che

ha venduto milioni di copie in tutto il mondo.

La serie racconta non solo la storia di una grande amicizia tra due donne dall’infanzia all’età adulta - un’amicizia complessa in cui convivono intesa, comprensione, complicità insieme a odio, rivalità e gelosia - ma anche di un intero Paese, attraversando vari decenni, fotografando ideali e aspirazioni dei personaggi e di diverse generazioni.


Il racconto prende il via nell’Italia di oggi con la misteriosa scomparsa di Lila, circostanza che spinge l’amica Elena a ripercorrere la storia che le ha unite fin dall’infanzia in un rione popolare di Napoli negli anni ’50.


Un romanzo di formazione, di crescita e riscatto che - attraverso l’instancabile lotta delle due protagoniste contro la società, la famiglia, gli uomini e se stesse - parla di vissuti condivisi, di esperienze che in molti hanno fatto, di periodi attraversati, alcuni più bui, altri pieni di speranza.


Un esempio altissimo di storytelling, della forza che può avere la scrittura se abbinata a una profonda verità.


In scena oltre 150 attori e 5000 comparse. Un casting durato otto mesi, durante i quali sono stati provinati oltre 8000 bambini e 500 adulti provenienti da tutta la Campania. Attori professionisti e non professionisti, bambini e ragazzi reclutati nelle scuole di tutti i quartieri.


A interpretare Elena e Lila bambine, Elisa Del Genio e Ludovica Nasti. Mentre Elena e Lila adolescenti saranno, rispettivamente, Margherita Mazzucco e Gaia Girace.


Imponente il lavoro di ricostruzione del Rione, il set principale della serie: la troupe tecnica, composta da 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set costruiti in oltre 100 giorni di lavorazione.


Sono state costruite inoltre 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. I costumi sono circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.


L’amica geniale è una serie prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TIMvision e HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia. Tutti gli episodi sono diretti da Saverio Costanzo.


Il soggetto e le sceneggiature sono di Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo. Paolo Sorrentino e Jennifer Schuur sono i produttori esecutivi. Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com.


Saverio Costanzo parla de "L’amica geniale"

Ho cercato di prediligere il racconto assecondandone svolte e movimenti dei personaggi. Una trasposizione che tenta di riconsegnare agli spettatori le grandi scene del romanzo di Elena Ferrante da cui la serie è tratta.


La recitazione, sempre in bilico, è alla ricerca di una densità e di una pienezza ogni volta animata dalle correnti contrarie e contradditorie che animano i suoi personaggi. La voce del racconto è la stesura di un libro. Una prima persona che accompagna lo spettatore dentro i pensieri più inconfessabili della protagonista.


Una voce che ha la funzione anche di legare insieme il tempo del racconto con la stessa anarchica e sentimentale libertà delle pagine di un diario.

Gli otto episodi vogliono essere parte di un unico racconto eppure la divisione tematica li differenzia per forma filmica e struttura narrativa, ispirandosi ogni volta ai mutamenti del corpo e agli stati d’animo delle protagoniste.

L’immagine, la messa in scena, i colori della serie evolvono così e si modificano con l’avanzare della Storia.




1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website