MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
07/10/2018, 12:30

la tenerezza,gianni amelio,lorenzo marone,renato carpentieri,elio germano,micaela ramazzotti,giovanna mezzogiorno,la tentazione di essere felici



LA-TENEREZZA-di-Gianni-Amelio-disponibile-su-Rai-Play
LA-TENEREZZA-di-Gianni-Amelio-disponibile-su-Rai-Play
LA-TENEREZZA-di-Gianni-Amelio-disponibile-su-Rai-Play
LA-TENEREZZA-di-Gianni-Amelio-disponibile-su-Rai-Play
LA-TENEREZZA-di-Gianni-Amelio-disponibile-su-Rai-Play


 Il film di Gianni Amelio con Renato Carpentieri girato a Napoli e liberamente tratto dal romanzo di Lorenzo Marone "La tentazione di essere felici" é ora disponibile in visione gratuita su Rai Play



LA TENEREZZA, il film di Gianni Amelio prodotto da Pepito Produzioni e Rai Cinema, interpretato da Renato Carpentieri, Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi e Arturo Muselli con la partecipazione straordinaria di Giuseppe Zeno e Maria Nazionale, liberamente tratto dal romanzo "La tentazione di essere felici" di Lorenzo Marone é ora disponibile in visione gratuita su Rai Play.


LA TENEREZZA è un film corale girato a Napoli nella primavera del 2016 con la collaborazione di Film Commission Regione Campania che ha coinvolto numerosi enti ed istituzioni cittadine nella rete di collaborazione a sostegno della realizzazione dei film.


Per Gianni Amelio LA TENEREZZA è il racconto di "sentimenti che si incrociano tra il sorriso e la violenza. Un padre e i suoi figli non amati, un fratello e una sorella in conflitto, una giovane coppia che sembra serena. E i bambini che vedono e non possono ribellarsi. La storia di due famiglie in una Napoli inedita, lontana dalle periferie, una città borghese dove il benessere può mutarsi in tragedia, anche se la speranza è a portata di mano."


LA TRAMA

In un bel palazzo antico al centro di Napoli vive Lorenzo, che in anni lontani è stato un famoso avvocato. Ora, dopo qualche infortunio professionale, è caduto in disgrazia, per colpa di un carattere bizzarro, che lo porta più all’imbroglio che al rispetto della legge. Anche nei rapporti familiari Lorenzo frana ogni giorno, negando apparentemente senza ragione, l’affetto ai suoi figli.


Saverio, il più giovane, se ne infischia: sta investendo in un locale dove si fa musica, e ha solo fame di soldi. Elena invece gli vuole bene e ne soffre. Ormai padre e figlia non si parlano nemmeno, qualcosa li divide, un fatto oscuro legato alla morte della moglie, che Lorenzo, come lui stesso ammette, non amava e tradiva senza scrupolo. Egoista e brusco, compagno solo del nipotino Francesco, che sottrae alla scuola per educarlo alla sua maniera, Lorenzo assiste a un evento in apparenza banale, che però gli cambia la vita. 


Nell’appartamento di fronte al suo vengono ad abitare Fabio e Michela, una giovane coppia con due bambini piccoli, che arrivano dal Nord, un po’ girovaghi per via della professione di lui, che fa l’ingegnere navale; e anche un po’ spaesati in una città splendida e difficile come Napoli.


Sono belli, estroversi, simpatici, quanto Lorenzo è scorbutico e diffidente. Michela, soprattutto, è una forza della natura. Col suo modo di fare scioglie le durezze del vicino, gli "ruba" il terrazzo per raggiungere casa sua ogni volta che si dimentica le chiavi, si fa dare lezioni di cucina, lo fa rinascere...


In poco tempo Lorenzo diventa uno di famiglia, passa più tempo da loro che nel suo studio, si diverte a giocare con i bambini, torna a un’allegria che sembrava perduta. Elena se ne accorge, forse ne è gelosa, ma lo lascia fare.

Finché una sera, tornando a casa per cenare come al solito dai suoi vicini, Lorenzo trova una confusa, impressionante animazione nel palazzo.

È successo qualcosa che sconvolgerà da quel momento l’esistenza di tutti...





1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website