MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
23/06/2016, 20:35

lo studente,nino dangelo,nini grassia



LO-STUDENTE-di-Ninì-Grassia-con-Nino-D’Angelo


 Il terzo film nato dal sodalizio tra il regista Grassia e il caschetto biondo partenopeo disponibile in visione gratuita






Nel 1982 Nino D’Angelo torna a girare ben due film col regista che lo aveva fatto esordire sul grande schermo con "Celebrità" nel 1981.

Ninì Grassia, dopo il successo di pubblico dell’anno precednte, dirige il cantante partenopeo, a distanza di pochi mesi, prima in L’AVE MARIA e poi in LO STUDENTE.


TRAMA

Quando il barone Mario di Villalta torna nella sua bella Napoli dopo vent’anni di soggiorno in Venezuela, trova la città ben diversa da come lui l’aveva conosciuta. Ora ci sono imperanti la mafia e la camorra.


Assume come segretario un giovane e povero studente all’ultimo anno di scuola media superiore, Nino, non dando ascolto al commissario Marsala che lo accusa d’essere un confidente del boss locale. Questi infatti lo incaricherà di introdurlo in casa del barone per un furto: Nino viene scoperto ed arrestato.


Sua madre, Rosaria, domestica in casa della ricca Claudia, giovane spasimante per Nino che ella crede essere "baroncino" dal momento che lo studente per tale si era presentato, viene a conoscenza che il barone è in realtà colui che vent’anni prima l’aveva sedotta e poi abbandonata: padre quindi di Nino, che ancora non lo sa!


Fatto scarcerare il figlio per ritirata denuncia, il barone gli intesta tutti in suoi beni e si riconcilia con Rosaria alla quale chiede perdono. Durante una festa, i sicari del boss, convinto che Nino abbia parlato alla polizia accusandolo dell’organizzazione del furto, si presentano con l’intenzione di eliminare il "traditore": il barone però gli fa da scudo mentre gli sparano e cade mormorando prima di spirare: "Chiamami papà!".



1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website