MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
23/05/2016, 12:15

clercc,legge cinema campania,campania, de luca,cannes,godard,gomorra



Petizione-per-UNA-LEGGE-PER-IL-CINEMA-IN-CAMPANIA


 LEGGETE E FIRMATE/Il CLERCC - Comitato per una Legge Regionale per il Cinema in Campania ha lanciato una petizione per mobilitare addetti ai lavori e opinione pubblica sulla questione




Cannes: il festival di cinema più importante al mondo. Quest’anno, come immagine simbolo sul suo manifesto ufficiale, campeggiava il fotogramma di un film di Jean-Luc Godard (Le Mépris/Il disprezzo - 1963).


Lo sai dove è stato girato quel film? A villa Malaparte, a Capri: un’eccellenza campana, un’eccellenza italiana.


Lo sai che la Regione Campania non eroga finanziamenti al Cinema e all’audiovisivo dal 2008, mentre la Regione Lazio, per esempio, solo nel 2016 ha deciso d’investire 23 milioni di euro?

Infatti, è dimostrato che investire in campo audiovisivo genera una ricaduta economica del 1000% (MILLE per cento!).


Lo sai che l’unico giurato Italiano del Festival di Cannes 2016 è stato un’attrice campana (Valeria Golino)? E che invece la Film Commission Regione Campania è l’unica che non ha potuto partecipare al Festival, perché in gravi difficoltà economiche e ridotta ad un organico minimo?

Eppure, in 10 anni di attività, ha assistito più di 600 produzioni audiovisive (solo ora sono oltre 10 le produzioni attive sul territorio), sia mainstream che d’autore, ma soprattutto emergenti.


La Campania è tra le poche regioni a non essersi mai dotata di una legge per il Cinema.

Quindi, i governi che si avvicendano in questa regione, non avendo regole e criteri certi, disattendono le aspettative dell’intero settore audiovisivo.

Così, per esempio, 6 milioni di euro stanziati nel 2013 per la produzione (in gran parte risorse Europee), non essendo mai stati messi a bando, sono andati totalmente persi. 


Aiutaci, firmando questa petizione, a spingere la politica locale a colmare con urgenza questa imperdonabile mancanza.


Chiedi con noi una legge che protegga la cultura cinematografica e audiovisiva campana. 


Se ciò non accade, è a rischio il futuro di molti lavoratori campani e italiani, di tutti i settori cinematografici: produzione, promozione culturale e formazione. 


CLERCC (Comitato per una Legge Regionale sul Cinema in Campania, cui aderiscono oltre 300 professionisti ed operatori del settore) nasce con l’obiettivo di segnalare questo stato di emergenza e sollecitare la Regione a riconoscere lo strategico valore culturale, sociale ed economico dell’audiovisivo, e a promulgare finalmente una legge che disciplini gli interventi per il settore con regole e procedimenti chiari ed efficaci. 


La cultura audiovisiva campana ha un solido passato. Fin dagli esordi del Cinematografo, Napoli ne fu la prima capitale Italiana, non solo con la prima sala, ma anche con illustri pionieri: Gustavo Lombardo (il primo distributore), Elvira Notari (la prima regista donna), Mario Recanati (con la prima scuola di Cinema), Lux (la prima rivista di cinema), e molto di più. 


La cultura audiovisiva campana ha un florido presente.

L’ultimo autore Italiano a vincere un Premio Oscar è campano (Paolo Sorrentino), la serie TV più diffusa all’estero è ambientata e girata proprio qui (Gomorra - la serie).


La cultura audiovisiva campana ha diritto ad un futuro.

Sono qui i luoghi emblematici e ineguagliabili come il Vesuvio, la Reggia di Caserta, Napoli, gli scavi di Pompei, le costiere amalfitana e sorrentina, Capri, Ischia e Procida... (l’elenco sarebbe infinito), che hanno catalizzato l’attenzione di pubblico e autori cinematografici internazionali da sempre.

I lavoratori di tutti i settori dell’audiovisivo che operano in Campania sono non solo quelli locali, ma anche quelli di produzioni Italiane ed internazionali. 


Fare Cinema significa, da sempre, investire sulla diffusione della cultura, dei luoghi, della memoria, dei nomi, della storia, dell’identità.

Delle emozioni che ci legano indissolubilmente ad un territorio, nella realtà della nostra vita quotidiana, o nella proiezione della nostra immaginazione, attraverso le opere di creazione. 

Il Cinema campano di oggi e soprattutto di domani, affonda le sua radici in un’illustre tradizione, che ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita culturale e civile del nostro Paese. 


Firma la petizione per aiutare non solo noi, i professionisti di questo comparto, ma tutti coloro che amano il Cinema, a continuare a sognare. 

Firma, per chiedere una legge che protegga la cultura cinematografica in Campania.


FIRMA LA PETIZIONE #LeggeCinemaCampania


Questa petizione sarà consegnata a:
Presidente della Regione Campania- Vincenzo de Luca
Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini
Parlamentare Europea - Presidente della commissione Cultura e Istruzione Silvia Costa
Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche giovanili - Antonio Oddati
Direzione Generale per le politiche sociali, le politiche culturali, le pari opportunità e il tempo - Rosanna Romano
Consigliere del Presidente della Giunta regionale per i temi attinenti all’organizzazione culturale - Sebastiano Maffettone
Presidente del Consiglio Regione Campania - Rosetta Damelio
Commissione Cultura Consiglio Regionale della Campania
Parlamentare Europeo - Nicola Caputo
Parlamentare Europeo - Andrea Cozzolino
Parlamentare Europeo - Massimo Paolucci
Parlamentare Europeo - Giuseppina Picierno
Vice Presidente Giunta Regionale della Campania - Fulvio Bonavitacola
Assessore alle politiche sociali - Lucia Fortini
Assessore al Turismo e beni culturali - Corrado Matera
Assessore alle attività produttive - Amedeo Lepore


1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website