MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
03/03/2016, 13:27

vasco rossi,san paolo,live kom,tutto in una notte,napoli



Il-concerto-di-Vasco-Rossi-a-Napoli-diventa-un-docufilm-da-gustare-al-cinema-e-in-dvd


 "Tutto in una notte-Live Kom in Naples" il 14,15 e 16 marzo nei cinema prima dell’uscita in dvd



Il film-concerto "Vasco Tutto in una notte LiveKom015", prima di essere commercializzato in dvd e blu ray, sarà proiettato in anteprima in oltre 250 sale cinematografiche in tutta Italia per tre giorni: lunedì 14, martedì 15 e mercoledì 16 marzo (info sulle sale www.vasconeicinema.it).

Il docufilm, diretto da Giuseppe Domingo "Pepsy Romanoff" Romano, giovane regista di Torre Annunziata, ha trasposto su pellicola l’energia e le emozioni del concerto di Vasco Rossi del 3 luglio 2015 allo Stadio San Paolo di Napoli, due ore e mezza di rock ed emozioni in perfetto stile-Vasco.

Il Live Kom in Naples è un evento ripreso in stile cinematografico, non la documentazione classica di un concerto, ma un vero e proprio music-film. Lo spettatore vedrà ciò che non ha mai visto, tutto in un unico film, ritmato dalla musica. Ci saranno momenti intensi tratti dal live alternati alle uscite dallo stadio e al vagare in città della performer Valentina Moar che nella finzione cinematografica, arriva a Napoli nella notte in una città deserta, passando attraverso le strade e le sue atmosfere. 

Raccontare qualcosa come non è stato mai fatto ma forse è stato spesso immaginato. 

Cosa succede nel retro del palco quando tutto è ancora spento? 

Cosa succede in giro per Napoli alle 22:43?

Attraverso le immagini del docufilm sarà possibile riviverlo "tutto in una notte".

Cinque binari paralleli si intrecciano tra loro, creando cinque diverse modalità di racconto con cinque stili diversi che unendosi e fondendosi nel montaggio, andranno a formare la narrazione di una notte unica, magica, in cui i confini tra realtà, fantasia, follia e sogno si confondono fino quasi ad annullarsi in un unica trama.

KOM 01 - Vasco, il concerto, lo stadio.

WOMAN 02 - Una donna in città, interpretato da Valentina Moar, che vagherà nella città durante la notte, interpretandone il suono e le atmosfere attraverso le canzoni di Vasco. Si muove, si perde, si lascia affascinare dai luoghi e dalle atmosfere di Napoli, sempre accompagnata dalla musica del live su cui potrà improvvisare coreografie interagendo con il tessuto urbano.

PEOPLE 03 - Le storiche facce della band e il popolo del Kom. Fotografie del presente, sequenze in super slow motion in una carrellata di immagini tratte dal tour.

CABLE 04 - I cablaggi, le mani e le specifiche tecniche del tour dei grandi numeri.

OFF 05 - Tutto quel che c’è dietro la preparazione e l’esecuzione di uno show, dalle prove al retro del palco, dall’accordatura di una chitarra alle segnaletiche della città, dall’alba al tramonto attraverso le parole del suo Komandante che ci guiderà all’interno di un tunnel visivo di colori e suoni.

Venti i punti di vista scelti per raccontare meglio quello che succedeva sul palco, telecamere Red Cam 5 e 6k con lenti cinematografiche, inquadrature in ogni punto dello stadio, anche spiega Peppe Romano: "con un elicottero che durante tutto il concerto ci ha dato il suo punto di vista, la città e la massa di gente vista da lì su è incredibile, il punto di vista della luna".

Tre camere sul Kom, Vasco seguito dal "rito" con la band fino alla fine...lasciato svanire nel tunnel sotto lo stadio piano piano..."a me piace girare ed essere uno dei punti di vista preferenziali, non mi piace girare nella maniera classica, seduto in cuffia dentro un camion regia, voglio poter raccontare il mio punto di vista che in molti casi è vicino a lui, voglio che lo vedano come lo vedo io."

Altri punti di vista sono stati fondamentali, le camere del direttore della fotografia, quelle zenitali a 30 metri rigate sul palco, il retro della batteria di Will, ogni elemento del palco, i due angeli con le chitarre Vince e Stef, i tasti , i fiati e i cori.

Due punti di vista sugli spalti per valorizzare la magnifica astronave illuminata come Star War, "i video-maker dei gladiatori tra il pubblico che hanno raccolto tutte le suggestioni dal punto di vista di chi vede e suda a ritmo di rock. Tutto questo è quello che abbiamo fatto in una notte, il 3 luglio."

Come dice Vasco, qui si fa la storia.  In perfetto stile rock, il film inizia on the road, con la vista preferenziale di Vasco dal bus, in viaggio per Napoli, che racconta come nasce una canzone: "Perché la musica parla, se la ascolti....E’ una magia"..Finisce di parlare..Inizia il film...Il rombo di un elicottero...le luci dello stadio..le urla gioiose..parte la musica..Sono innocente ..Un duro incontro..Deviazioni...Un’emozione via l’altra, tutto torna, dannate nuvole, siamo solo noi, credi davvero, guai, il blues della chitarra sola..il medley acustico con Nessun pericolo per te, il medley rock con Delusa, T’immagini e La noia...tutti i brani in scaletta, più di due ore e mezza il concerto rock più potente ed emozionante al mondo, una scarica di adrenalina, emozioni, suoni colori, energia pura che rimbalza continuamente dal fronte del palco al palco, e viceversa.

"Benvenuti, bentornati...Finalmente a Napoli..Ciaooo Napoliii", sono le poche ma esplicite parole che Vasco urla dal palco. Nel corso della nottata caldissima, la più significativa dedica alla città di Pino Daniele "Napoli è mille colori...".

Il film si innesca tra le pieghe di una canzone e l’altra partendo sempre dallo sguardo azzurro di Vasco, come se i suoi sogni.. o quello che sta cantando in quel momento o, ancora, i suoi pensieri, prendessero vita..

E via così di sorpresa in sorpresa, con il fiato sospeso fino all’ultima albachiara...le sorprese non finiscono, il film continua..l’avventura continua.

Concerto e film, tutto è stato girato dal vivo e tutto in una notte, dalle ore 21.30 allo stadio San Paolo, dove la festa era straordinaria e le emozioni infinite e, in contemporanea fino all’alba, grazie al supporto della Film Commission Campania, tutte le performance e i colori della città notturna, da Via dei Tribunali, piazza San Gaetano, Tunnel Borbonico, la Solfatara fino alla Villa Imperiale una carrellata di luoghi visti solo nei film di un’altra epoca.

Napoli by night affascinante come Valentina Moar, pura e perfetta, strepitosa rappresentazione della musica che prende vita.

Una vita..ovviamente spericolata!


 


1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website