MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
19/01/2016, 19:50

vincenzo salemme,carlo buccirosso,paolo calabresi,serena autieri,tosca daquino,carlo giuffre



SE-MI-LASCI-NON-VALE-di-Vincenzo-Salemme-dal-21-gennaio-al-cinema


 Arriva nelle sale la nuova commedia dell’attore e regista napoletano affiancato da Paolo Calabresi, Tosca D’Aquino, Carlo Buccirosso e Serena Autieri



Sono passati 18 anni dall’esordio dietro la macchina da presa con L’AMICO DEL CUORE, e con SE MI LASCI NON VALE, in uscita in questi giorni nelle sale, Vincenzo Salemme è giunto alla sua decima opera da regista.

Scritto con la collaborazione di Martino Coli e del collega emergente Paolo Genovese, diveuto ormai regista popolare grazie a IMMATURI e TUTTA COLPA DI FREUD, il film è stato girato quasi interamente a Napoli con un cast tutto partenopeo ad eccezion fatta del co-protagonista Paolo Calabresi (il mitico Biascica della serie tv BORIS).

TRAMA

Vincenzo (Salemme) e Paolo (Calabresi) sono accomunati dallo stesso triste destino: entrambi sono stati lasciati dalle proprie compagne. Una sera, i due si incontrano per caso in un locale, si riconoscono l’uno nel dolore dell’altro e fanno subito amicizia.

Tuttavia le delusioni amorose continuano a bruciare come il primo giorno, finché Vincenzo non ha l’illuminazione: l’unico modo per smettere di star male e voltare pagina è la vendetta! I due escogitano dunque un piano machiavellico per infliggere alle loro ex la stessa sofferenza subita.

Ciascuno di loro dovrà avvicinare la ex dell’altro, conquistarla facendo leva sugli interessi e i punti deboli rivelati dall’amico, farla innamorare perdutamente e poi lasciarla senza pietà.

È così che Paolo dovrà fingersi un vegano convinto per avvicinare Sara (Autieri), la ex di Vincenzo, mentre quest’ultimo dovrà calarsi nei panni di un ricco magnate, per colpire al cuore Federica (D’Aquino), la ex di Paolo che sembra interessata solo al potere e al denaro.

Per aiutarli nell’impresa fa il suo ingresso in scena Alberto (Buccirosso), un teatrante sui generis ingaggiato per fingersi l’autista, con tanto di divisa ufficiale, e rendere più verosimile l’interpretazione di Vincenzo.

E tutto diventerà ancora più rocambolesco!




1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website