MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
14/09/2015, 18:59

amos gitai,napoli film festival,venezia a napoli,rabin the last day



Amos-Gitai-a-Napoli-grazie-a-"Napoli-Film-Festival"-e-"Venezia-a-Napoli.-Il-Cinema-esteso"


 Il 2 ottobre in esclusiva la proiezione di RABIN THE LAST DAY al Metropolitan in una serata speciale del NapoliFilmFestival



Il regista israeliano Amos Gitai presenterà il 2 ottobre a Napoli in esclusiva italiana il suo ultimo film, RABIN THE LAST DAY, già in concorso alla 72esima Mostra del cinema di Venezia: la serata speciale nell’ambito del 17° Napoli Film Festival (28 settembre - 4 ottobre) è un’anteprima di "Venezia a Napoli. Il cinema esteso" (V edizione 22 - 25 ottobre) e si svolgerà al cinema Matropolitan alle ore 20,30.

"Nell’idea di una condivisione delle occasioni per il cinema di qualità a Napoli - annunciano Antonella Di Nocera e Mario Violini, curatori dei rispettivi eventi - le due rassegne si uniscono per presentare al pubblico napoletano un film importante su un momento storico che ha segnato un cambio di epoca nella politica e nelle vicende del Medio Oriente.

Il maestro Gitai ha ricostruito con documenti e testimonianze, le ultime ore che hanno preceduto l’assassinio in piazza del leader politico che aveva iniziato un processo di pace tra Israele e Palestina, dialogo mai più ripreso e che avrebbe potuto cambiare le sorti della politica internazionale".

L’opera che a Venezia ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica, rientrando tra i film preferiti nelle classifiche di gradimento, non ha al momento ancora una distribuzione italiana. "Anche per questo abbiamo voluto fortemente la serata napoletana - spiega Di Nocera - erano anni che cercavo di costruire un progetto d’incontro tra Napoli e il maestro Gitai e dopo l’incontro in questi giorni al Lido di Venezia il maestro ha assicurato la sua presenza per la serata: proporremmo la stessa copia di RABIN THE LAST DAY in lingua originale con sottotitoli e ci auguriamo il massimo coinvolgimento del pubblico cittadino e anche delle comunità israeliane e palestinesi presenti a Napoli’’

"Quando fai un film tu hai l’opportunità di mettere le tue interpretazioni personali: una volta finito lo spettatore ne è un buon interprete come lo sono io. - afferma Amos Gitai - E comunque i migliori film che ho visto come spettatore cominciano quando il film finisce.

Significa che cammini e vedi le scene, le interpreti, ci pensi ancora. Posso vedere un film su un aereo e il giorno dopo neanche ricordare cosan ho visto. Questo è un progetto che lascia tracce nelle menti della gente che lo vede. E sono contento di portarlo al pubblico di Napoli."




1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website