MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
31/01/2015, 11:51

piazza mercato,carosello napoletano,proibito rubare



PIAZZA-MERCATO---i-luoghi-di-Napoli-nel-Cinema


 i film girati a Piazza Mercato



L’immensa e suggestiva Piazza Mercato a Napoli è da sempre un luogo ideale per le riprese cinematografiche, per scene di massa, per riprese in campo lungo, per qualsiasi tipo di film; ed infatti già dai tempi dei fasti del Cinema muto partenopeo la piazza veniva utilizzata e ripresa come sfondo alle storie raccontate.

Ma è con l’avvento del sonoro e con PROIBITO RUBARE di Comencini nel ’48 che Piazza Mercato riconquista il ruolo di sfondo ideale per il Cinema napoletano: Comencini utilizza Piazza Mercato come passaggio obbligato dei suoi personaggi perché la Città dei Ragazzi che mette su il sacerdote interpretato da Adolfo Celi si trova esattamente a Via Corradino di Svevia, in pratica uno dei vicoli che interseca Piazza Mercato che quindi è sempre presente nella pellicola anche se è solo in una significativa scena con Tina Pica che la attraversa che la si riconosce chiaramente.

Eduardo De Filippo nel 1953 ambienta e sviluppa tutta la prima parte di NAPOLETANI A MILANO in Piazza Mercato dove vivono i personaggi del film che verranno sfollati dagli industriali milanesi e dove crollerà l’edificio che provocherà i morti che genereranno il viaggio dei "napoletani a Milano".

CAROSELLO NAPOLETANO di Ettore Giannini inizia simbolicamente a Piazza Mercato nel 1954, dove tra migliaia di baracche e senza tetto l’unico ad essere mandato via per legge è Paolo Stoppa con la sua famiglia...e questo è l’ultimo film che mostra Piazza Mercato ancora "libera" da quell’obbrobrio dei palazzi Ottieri costruiti tra fine anni ’50 e inizio ’60.

Infatti in LA DONNA SCIMMIA di Marco Ferreri, nel 1964, il finale girato a Piazza Mercato si conclude con una memorabile ripresa dall’alto di tutto l’emiciclo in cui si trova il camioncino che Ugo Tognazzi usa per mostrare i cadaveri imbalsamati di sua moglie e suo figlio, e la ripresa viene effettuata da Ferreri proprio dall’ultimo piano del Palazzo Ottieri che fa da angolo tra Piazza Mercato e Piazza del Carmine, edificio che si riesce a vedere in un’immagine che riprende Tognazzi dall’interno del camioncino con alle spalle Piazza Mercato e sullo sfondo la Chiesa del Carmine e il fabbricato da poco costruito a dividere la piazza da Via Marina.

La Basilica Santuario di Santa Maria del Carmine Maggiore è una delle presenze più suggestive in tutte le riprese cinematografiche fin qui citate grazie all’imponente Campanile che si vede da ogni parte di Napoli e che guarda l’adiacente Piazza Mercato essendone da sempre il simbolo addirittura più della Chiesa di Santa Croce e Purgatorio al Mercato presente al centro dell’esedra settecentesca della Piazza in questione.

*"Furono gli angioini a spostare l’antico polo mercatale di Piazza San Gaetano all’interno dell’allora Campo del Moricino, incorporandolo nel perimetro delle nuove mura. Era il 1270 e due anni prima la neo Piazza del Mercato era stata battezzata sede delle esecuzioni capitali. Luogo dalla storia tormentata, nel 1647 fu teatro della rivolta popolare capeggiata da Masaniello e nel corso della Seconda Guerra Mondiale una delle zone più gravemente colpite dai bombardamenti aerei. Fatiscenza e devastazione sono visibili in CAROSELLO NAPOLETANO, dove la genete vive in baracche di fortuna ai limiti di Via Nuova Marina; inquadrature oggi impossibili da replicare dal medesimo punto per l’ingombrante presenza dei famigerati Palazzi Ottieri (come detto in precedenza). Nelle stesse condizioni si trovano gli abitanti di NAPOLETANI A MILANO che, capeggiati da Don Salvatore fronteggiano l’ingegnere milanese dicendo che disastrate o no quelle sono le loro abitazioni e non intendono lasciarle. E’ pressoché identico a come lo si vede nel finale de LA DONNA SCIMMIA l’aspetto attuale di Piazza Mercato, sebbene nel mezzo siano state tracciate delle linee che delimitano un campo di calcio con tanto di porte."  

*da Napoli, si gira di Mauro D’Avino, Lorenzo Rumori, Simone Pasquali
nn


1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website