MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
30/10/2014, 14:24

eduardo de filippo



La-Cineteca-Nazionale-celebra-Eduardo-a-30-anni-dalla-scomparsa


 La Cineteca Nazionale partecipa il 31 ottobre a Napoli all’evento conclusivo del progetto "I Giorni e le Notti: l’Arte di Eduardo", iniziato nel febbraio scorso per celebrare il trentennale della scom



La Cineteca Nazionale partecipa il 31 ottobre a Napoli all’evento conclusivo del progetto "I Giorni e le Notti: l’Arte di Eduardo", iniziato nel febbraio scorso per celebrare il trentennale della scomparsa del grande Maestro Eduardo De Filippo, con un rarissimo documento ritenuto perduto e fortunosamente ritrovato e restituito al pubblico dalla CN: si tratta di Tutto per mio fratello un film del 1911 con Vincenzo Scarpetta.

Fanno parte del programma dell’evento anche le altre due pellicole ritrovate e restaurate recentemente dalla Cineteca Nazionale e mai proiettate a Napoli: Sogno e Realtà del 1948 e Monologo del 1949 di e con Eduardo De Filippo.

I Giorni e le Notti: L’Arte di Eduardo un progetto di incontri, visioni, studi, ricerche e approfondimenti a partire dall’universo artistico e umano di Eduardo, primo vero omaggio organico nel trentennale della sua scomparsa.

Dopo le tappe di Cosenza (febbraio), Roma (marzo-aprile), Salerno (marzo-maggio - 15 e 30 ottobre) e Taormina (15 settembre) l’omaggio a Eduardo De Filippo si conclude all’Università Suor Orsola Benincasa con un quinto e ultimo atto dedicato all’Antropologia di Eduardo.

Un’intera giornata di studio e visioni di materiali video rarissimi o inediti, curata da Marino Niola, sul rapporto tra il mondo poetico di Eduardo e alcuni temi storico-antropologici - come il sogno, il colloquio con i fantasmi, il simbolismo del cibo, la famiglia, la comunità, la devozione e la tradizione - che caratterizzano profondamente l’universo partenopeo e più in generale il Mezzogiorno.

La giornata si articola in due sessioni: una mattutina, presieduta dalla professoressa Emma Giammattei, e una pomeridiana, presieduta dal professor Marino Niola. Previsti tra gli altri gli interventi di: Augusto Sainati, Lello Mazzacane, Natascia Festa, Roberto De Gaetano, Bruno Roberti, Ferruccio Marotti, Gennaro Carillo, Stefano De Matteis, Arturo Lando.

Il progetto I Giorni e le Notti: L’Arte di Eduardo si è articolato nel corso del 2014 (da febbraio a ottobre) seguendo più tappe, sedi e programmi secondo una sinergia programmatica e innovativa, che inizia il suo cammino dall’Università della Calabria (Dipartimento Studi Umanistici, CAMS, Centro Arti Musica e Spettacolo) in co-organizzazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia/Cineteca Nazionale, con il patrocinio della Fondazione Eduardo De Filippo e la collaborazione della Ripley’s Film. Caso più unico che raro di un lavoro di rete e confronti congiunti, di messa in rete tra Università del Sud (dalla Calabria, a Salerno, da Messina a Roma, fino al Suor Orsola di Napoli) e di centri culturali, come la Fondazione Salerno Contemporanea e "Universi Teatrali" dell’Università di Messina.

Nel trentennale della scomparsa di Eduardo De Filippo (24 maggio 1900 - 31 ottobre1984) è importante rileggere e ripercorrere la sua arte, come una costellazione di immagine e di pensiero attraverso una ricognizione e una restituzione di ciò che rivive nella memoria visuale (in cui accanto alla sua idea e pratica di teatro, anche il cinema e la televisione hanno svolto un ruolo non secondario rispetto alla sua idea drammaturgica e attoriale complessiva) ripercorrendo e ripensando così il suo contributo artistico e culturale nell’orizzonte della modernità europea.

Nel corso della giornata del 31 ottobre, si terranno una serie di eventi collaterali:

Presentazione del volume "L’arte di Eduardo: Le forme e i linguaggi" (Pellegrini Editore), a cura di Roberto De Gaetano e Bruno Roberti

Il critico teatrale Giulio Baffi condurrà una tavola rotonda Attraversamenti e permanenze del segno eduardiano con attori che sono stati compagni di palcoscenico del grande Eduardo, per la prima volta tutti insieme a darne testimonianza: Isa Danieli, Marina Confalone, Antonio Casagrande, Sergio Solli

Presentazione di una rarissima registrazione RAI di "Sik-Sik l’artefice magico" che si credeva perduta (a cura di Lello Mazzacane), fino all’ultimo, eccezionale recital in pubblico di Eduardo: "Eduardo a Montalcino: il punto di arrivo e il punto di partenza, l’ultima recita" (1983), con un commento di Ferruccio Marotti.

I filmati saranno introdotti da Sergio Bruno, dell’archivio Cineteca Nazionale, con un intervento di Francesco Somma, direttore della Fondazione Eduardo De Filippo.


(grazie al Centro sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale)


1
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website