MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
registe
ELVIRA NOTARI 
celebrata nel docu-film REGISTE,
in sala dall'8 marzo,
come pioniera della regia al femminile

Nella data simbolica dell'8 marzo, la festa della donna, viene distribuito nei cinema il docufilm REGISTE,dialogando su una lametta, diretto dalla giovane DianaDell'Erba: in una sorta di viaggio nel cinema al femminile viene celebrata la figura della prima donna regista del Cinema Italiano, Elvira Notari (1875-1946), a cui si deve non solo la fondazione della casa di produzione Dora Film ma una filmografia di oltre 60 lungometraggi e centinaia tra corti e documentari che resero nell'epoca del muto la città di Napoli una delle capitali mondiali del Cinema.

L'omaggio alla Notari sta nel renderla narratrice e figura conduttrice del docu-film, e ad interpretarla è l'attrice portoghese Maria De Medeiros, attrice che ha lavorato con Tarantino e De Oliveira e che ricordiamo nei panni di Eleonora Pimentel Fonseca ne IL RESTO DI NIENTE di Antonietta De Lillo.
In REGISTE si passerà in rassegna la storia della regia italianaal femminile, dagli esordi ai nostri giorni, tramite l'incontrocon le nostre protagoniste contemporanee.

Il film/documentario REGISTE, dialogando su una lametta tenta di dipingere, nella maniera più accurata ed autentica possibile, il panorama in cui si trova l’odierna regia italiana firmata al femminile, per far sapere che, con forza e determinazione, molte più donne di quanto si pensi hanno scelto uno dei tanti mestieri erroneamente considerati maschili.
Il principale intento è quello di elevare il mestiere di regista a simbolo, ed attraverso un’unificazione verso l’alto, verso degli esempi positivi, lanciare un messaggio di speranza per le giovani generazioni e per tutte le minoranze.

REGISTE
vuole suggerire quanto sia dannoso cristallizzarsi in una propria concezione di se stessi e dei propri limiti individuali, tanto più che la conseguente rassegnazione ad essi è proprio uno dei mezzi di quella parte negativa di se stessi che vuole difendersi contro il sacrificio che porta alla realizzazione. Trovata la via da percorrere, la propria vocazione, non hanno più importanza le proprie limitazioni e quelle del mondo.

In REGISTE viene ricostruita la regia italiana al femminile da un punto di vista storico, dagli esordi ad oggi, ed affrontata la figura della regista sotto il punto di vista delle pari opportunità, studiandone il riconoscimento pubblico riscosso negli ultimi decenni nei maggiori festival e premiazioni; il tutto ascoltando le voci delle stesse registe, oggi nostre protagoniste, e tentando di comprendere perché su 100 registi italiani solo 7 siano donne.

REGISTE
è un viaggio all’interno del mondo del cinema visto con uno sguardo inedito ed un taglio originale: da parte dell’occhio femminile.


(info su www.altrofilm.it)
Create a website